band anti discriminazione

Quando la musica diventa strumento contro la discriminazione

Oggi vi portiamo la testimonianza di Sixmond, beneficiario del progetto Art Against Poverty in Tanzania.

Sixmond e’ originario della regione di Tabora e vive a Dar con la moglie Eireen, cantante ed attrice. Sixmond ed Eireen sono due attivisti per i diritti delle persone albine e disabili, ancora fortemente discriminate in Africa.
Sono i fondatori della “Tunaweza band”. In swahili tunaweza significa “ce l’abbiamo fatta”, tutti i membri della band sono disabili e questo la dice lunga sul nome del gruppo.
Sixmond racconta: “essere albino in Tanzania e’ una tragedia: siamo perseguitati dai witch doctors (stregoni). Persone facoltose pagano migliaia di dollari per avere un pezzo del nostro corpo: dicono che porti fortuna, ricchezza e potere politico. In questo periodo pre-elettorale la nostra vita e’ particolarmente in pericolo. Tutto cio’ e’ una follia. Per le famiglie e’ difficile accettare un figlio albino, ti rendi conto se a una mamma bianca nascesse un figlio nero? Ora sono un uomo, mi sono sposato, ho un figlio e seguo la mia passione: la musica. Compongo musica perche’ sono sono discriminato dalla società. So che l’arte gioca un ruolo fondamentale nella possibilità di cambiamento sociale. L’arte vibra nella nostra città ed io la utilizzo come un’arma di pace,  un’arma di cambiamento sociale. Tramite il progetto “Art against poverty” io e tutti i membri della mia band stiamo frequentando delle classi di musica presso la scuola MUDA (Music & Dance) di Dar. Abbiamo degli ottimi insegnanti la maggior parte dei quali provengono dal conservatorio di Zanzibar, il più importante della Tanzania”.

I Tunaweza band a Febbraio si sono esibiti al “Sauti za Busara” (www.busaramusic.org) un importante festival di musica che vede la partecipazione di musicisti provenienti da molti paesi africani. Il tema del Festival di quest’anno e’ stato “Amani ndyio – mpango nzima” / Peace, first of all!” I Tunaweza band hanno vinto il secondo premio con la  canzone  “AMANI”.  Il premio consistito nella registrazione del loro primo album. Un riconoscimento importante, ai giornalisti Sixmond ha detto “Sono un albino, ma dentro sono nero, sono contento di aver vinto, la nostra scommessa e’ quella di essere apprezzati come artisti e non perche’ siamo disabili. Questa sera abbiamo raggiunto un grande obiettivo!”.

Trackbacks and pingbacks

  1. seo plan for website
    seo plan for website txvjotubw ijgcx kkwymdd bpuk fcabhvuokvamclj

Leave a reply